F
Contatti: info@vizslaclub.it
Unico Club ufficialmente riconosciuto dall'E.N.C.I. per la tutela della razza "Magyar Vizsla a Pelo Corto e a Pelo Duro" in Italia

PROVA DI LAVORO SU SELVAGGINA NATURALE – SPECIALE VIZSLA CAC – TERNI 17.07.2021

E’ ormai un appuntamento consolidato quello con il Gruppo Cinofilo Ternano che ci vede protagonisti per il terzo anno consecutivo con il Trofeo Vizsla “Lago di Piediluco”, un Bello & Bravo disputato sulla Prova di Lavoro Speciale e sul Raduno di Razza che si sono tenuti nella giornata del 17 luglio scorso e riservato a tutti i soggetti iscritti e qualificati contemporaneamente in entrambi gli eventi. Il Trofeo ha avuto luogo in seno all’evento estivo annuale “Terni Cinofilia”.

Al mattino la Prova di lavoro speciale Vizsla su selvaggina naturale CAC.
I terreni sono quelli della zona di Otricoli, la mattinata è fresca, inizialmente senza sole, leggermente ventilata. Iscritti 5 soggetti a pelo corto, uno purtroppo assente, giudicati dall’esperto Giudice Mario Di Pinto.

Classifica batteria pelo corto.
Giudice Di Pinto: nessun qualificato

Di seguito la relazione di fine mattinata del Giudice Di Pinto:

“Buongiorno a tutti, ringrazio il Vizsla Club che mi chiamato e mi ha onorato, mi ha scelto per giudicare una loro speciale composta da quattro soggetti di cui due si sono distinti per l’interpretazione della nota della caccia pratica e sono il cane del Signor Renati che si chiama Bread, cane che ho anche lungamente richiamato, purtroppo non siamo riuscii a portarlo all’incontro. E la cagna del Signor Brogiolo che si chiama Dora di Osteria Nuova.
Entrambi i soggetti hanno svolto una cerca nella buonissima nota del concorso, si sono impegnati allo spasimo, sia nel turno che nel richiamo, ma non siamo riusciti in entrambi i casi a trovare selvaggina. Vi ringrazio.”

Al pomeriggio l’appuntamento è presso il Centro Cinofilo “Only Dogs” di Terni per il nostro Raduno di Razza.
Assieme a noi presenti anche i raduni di altre razze continentali: epagneul breton, kurzhaar, drahthaar, bracchi francesi e weimaraner.
Dodici i Vizsla iscritti a catalogo, undici nella razza a pelo corto ed uno a pelo duro, che sono stati visionati dell’esperto Giudice Riccardo Laschi.

Il terzo Trofeo “Lago di Piediluco” disputato tra i quattro soggetti presenti congiuntamente ad entrambi gli eventi, non viene assegnato non essendoci cani qualificati nella prova di lavoro della mattinata.

I nostri complimenti vanno quindi a tutti i partecipanti che in un’atmosfera di ritrovata convivialità dimostrano sempre una grande passione ed interesse per questa razza.
Cogliamo l’occasione inoltre per ringraziare sia tutto il Gruppo Cinofilo Ternano per l’impeccabile organizzazione in tempi ancora non facili e per la sincera ospitalità che anche quest’anno ci hanno dimostrato, sia gli esperti Giudici Mario Di Pinto e Riccardo Laschi che hanno tenuto la regia di questa splendida giornata all’insegna dei Bracchi Ungheresi. 

Mariella Michelon

Di seguito riportiamo le qualifiche dell'esperto Giudice Riccardo Laschi :


Bracco ungherese a pelo duro
N. Catalogo Classe Sesso Nome Allevatore Proprietario Risultato
1 Intermedia Maschio Csepregi-Vadasz Dumas Bertalan Mayer Romina Cantini 1° Ecc


Bracco ungherese a pelo corto
N. Catalogo Classe Sesso Nome Allevatore Proprietario Risultato
2 Giovani Maschio E.Sti.C. Hunter del Fatalbecco Alessandro Poggini Silvia Bianchetti 1° Ecc, JCAC
3 Giovani Maschio Tina Trading Boomer Time E.A. Maryanoskaya Teresa Di Nardi Assente
4 Intermedia Maschio Sasuke del Fatalbecco Alessandro Poggini Maria Rita Cutonilli 1° Ecc, RCAC
5 Libera Maschio Brunelleschi Mad Hunting Monika Dockalikova Ferdinando Neri 1° Ecc, CAC, BOB
6 Libera Maschio Artur Romina Cantini Romina Cantini 2° Ecc
7 Campioni Maschio Bread Roberto Guglielmini Maurizio Renati 1° Ecc
8 Campioni Maschio Iurgen Rey D'Celis Alonso Sergio Garcia Rey De Celis Romina Cantini 2° Ecc
9 Baby Femmina Dama Delle Fonti Chianelle Cinzia Francescangeli Cinzia Francescangeli Assente
10 Libera Femmina Nemzet Kincse Scarlett Agnes Varga Romina Cantini Assente
11 Libera Femmina Tisifone Giorgio Silvi Cinzia Francescangeli 1° Ecc, CAC, BOS
12 Campioni Femmina Dora di Osteria Nuova Paolo Chiodini Enrico Brogiolo 1° Ecc



Foto by: Mariella Michelon

PROVA DI LAVORO SU SELVAGGINA NATURALE – SPECIALE VIZSLA CAC – PORTO TOLLE 11.07.2021

Domenica 11 Luglio 2021 ha avuto luogo la seconda prova del calendario estivo del nostro Club, Speciale Vizsla su selvaggina naturale con CAC a Porto Tolle (RO), in collaborazione con il Gruppo Cinofilo Polesano.

Presenti:
7 i soggetti costituenti la batteria della Speciale Vizsla a pelo corto – Giudice Marco Piva

Classifica:
1° ECC ROSITA Prop. Lucia Beato Cond. Luca Zerbini
2° MB DARIA DI OSTERIA NUOVA Prop. e Cond. Paolo Chiodini

Nessun soggetto a pelo duro iscritto alla Prova.
Riportiamo di seguito la relazione di fine mattinata.

Giudice Marco Piva – Batteria Pelo Corto:

“Complimenti a tutti i concorrenti che vengono qua a confrontarsi su questi terreni, su questa selvaggina e con questi Giudici. Abbiamo fatto una prova speciale in collaborazione con l’Associazione Magyar Vizsla Club Italiano che ringrazio per averci concesso questa opportunità ed all’appello si sono presentati sette soggetti a pelo corto. Onestamente li ho visti più in forma, però cani che vanno a caccia ci sono e un complimento ai conduttori che il fischio lo usano solo quando serve. Non ho mai sentito un ronzio durante il turno. I cani si mettevano da soli e cercavano da soli, nel bene e nel male. Due cani in classifica :
al 1° Eccellente Rosita di Luca Zerbini.
2° Molto Buono Daria di Osteria Nuova di Paolo Chiodini.
La Rosita: si impegna subito, messa in un medicaio dopo un salto del fosso va subito in ferma, espressiva. Mentre il conduttore va a servire, spostato sulla destra partono due fagiani. D’istinto spara però non erano quelli. Infatti la cagna, ben indicato davanti a sé aveva un branco di fagianotti che son partiti un po’ di qua e una po’ di là ed è stata perfettamente corretta.
La Daria di Osteria Nuova: forse non nel turno, ma nel turno di richiamo è stata superiore alla Rosita. A bordo fossato ferma, guida, rompe, riferma, e risolve con un punto ancora sufficientemente valido su un fagiano difficile. Questo risolvere così l’ha portata al Molto Buono altrimenti sarebbe stata da Eccellente anche lei.
Ringrazio tutti ed alla prossima volta.”

Text by: Mariella Michelon
Foto by: Enrico Brogiolo

PROVA DI LAVORO SU SELVAGGINA NATURALE – SPECIALE VIZSLA CAC – MODENA 04.07.2021

Domenica 4 Luglio 2021 al via la prima prova del calendario estivo del nostro Club, Speciale Vizsla su selvaggina naturale con CAC a Modena, in collaborazione con Federcaccia Modena.

Presenti:
8 i soggetti costituenti la batteria della Speciale Vizsla a pelo corto – Giudice Paolo Bachini
Nessun qualificato

Nessun soggetto a pelo duro iscritto alla Prova.
Riportiamo di seguito la relazione di fine mattinata.

Giudice Paolo Bachini – Batteria Pelo Corto:

Buongiorno a tutti, un ringraziamento sia alla Federcaccia che al Vizsla Club. Sono rimasto contento, lo devo dire. Vi faccio i complimenti perché mi avete fatto vedere dei cani che vanno veramente a caccia. Una nota bella che mi preme sottolineare è come sono stati presentati i cani: mai un fischio, mai una voce, i cani sganciati si sono messi tutti dal primo all’ultimo sul terreno alla perfezione. Due cani hanno incontrato ed hanno buttato via l’animale, avevano avuto l’occasione tutti e due ma non l’hanno sfruttata. Ho visto tre femmine importanti. Una femmina si chiama Dora di Osteria Nuova di Brogiolo, l’altra è Questa del Fatalbecco di Zerbini, e la Daria di Osteria Nuova di Chiodini. Tre femmine che hanno fatto dei turni veramente...tant’è vero che le ho richiamate tutte e tre, e non abbiamo trovato niente (NDR: Sono stati portati al richiamo tre soggetti, un maschio e due femmine. Bread di Renati, Questa del Fatalbecco di Zerbini e Dora di Osteria Nuova di Brogiolo). Non abbiamo trovato tanta roba, questo bisogna dirlo. Succede quando si fanno le prove in questi terreni selettivi, con selvaggina vera succedono queste cose qui. Quindi non è colpa né dei cani né dei conduttori, né dell’organizzazione. Succedono. Comunque vi devo fare veramente i complimenti perché se andate così state col piede giusto. Continuate, perseverate, e vi faccio tanti auguri.” 

Text by: Mariella Michelon
Foto by: Enrico Brogiolo

COPPA ITALIA 2020

Il 26 e 27 Settembre 2020 si è svolta sui terreni di Piandispino (FC) la XX edizione della Coppa Italia per le razze continentali da ferma. 
La Squadra AMVCI selezionata dal Giudice Angelo Bonacina, si è presentata cosi composta:

SARUMAN ORTHANC DEL FATALBECCO - prop. Guglielmini – cond. Scotti
ROCK – prop. Spoletini – cond. Renzi

DORA DI OSTERIA NUOVA – prop. e cond. Brogiolo

BREAD – prop. e cond. Renati

DEVIL – prop. Guglielmini – cond. Scotti


Meritano di essere nominati SARUMAN ORTHANC DEL FATALBECCO che al primo giorno si aggiudica l’Eccellente nella batteria dei Giudici Asioli e Francaviglia, e DEVIL che al secondo giorno si impone sulla batteria dei Giudici Guarnieri e Rivelli con il Primo Eccellente. 
La Squadra AMVCI chiude posizionandosi al sesto posto sui nove Club presenti, un onorevolissimo piazzamento considerato anche il fatto che ha partecipato con un componente in meno rispetto a tutte le altre Squadre, composte da sei soggetti.
Un ringraziamento a MONGE, sponsor della nostra Squadra con i bellissimi gilet blu che quest’anno hanno contraddistinto i Vizsla sul campo, ed un grande grazie anche al nostro selezionatore Giudice Angelo Bonacina per la sua professionalità e disponibilità rimanendo sempre al fianco della nostra squadra. 
Come ogni anno, la Coppa Italia chiude il nostro calendario delle Prove su selvaggina naturale. 
Ora per i nostri cani è il tempo della caccia. 
Arrivederci a presto con i prossimi appuntamenti del 2021!

Mariella Michelon

Segue l’articolo scritto dal Giudice Marco Ragatzu ed il link al sito Enci con i risultati completi dell’evento. 

Nei giorni di 26 e 27 settembre 2020 ha avuto luogo la XX edizione della Coppa Italia dedicata alle razze continentali da ferma, nell'oramai “rodato” scenario di Pian di Spino a Forlì. Manifestazione zootecnica di importanti risultanze ben coordinata dal Delegato ENCI Paolo Andreini, manifestatasi in maniera fluida e trasparente negli aspetti tecnici grazie anche al nuovo programma di gestione prove dell'ENCI.
Verifica funzionale per nulla facile: terreni impegnativi e severi per la loro conformazione orografica ma anche per la natura e la limitata presenza delle colture, che acuiscono le difficoltà di reperimento della selvaggina impegnando duramente i cani al test. Fagiani e starne comunque presenti, con comportamento scaltro e difficili da realizzare.
In tali condizioni, comuni nelle cinque batterie, riescono ad imporsi le prestazioni degli spinoni italiani che ottengono l'ambito Trofeo della Coppa Italia vincendo a squadre e nell'individuale: Lupo di Cappella Reale condotto da Fabio Angelini guadagna nelle due giornate un 1° Eccellente ed un 1° Eccellente CAC/CACIT. Sul podio al secondo posto la squadra degli epagneul breton seguiti dall'altra razza, orgoglio del nostro Paese, dei bracchi italiani.
Sostanzialmente si è potuto apprezzare un generalizzato innalzamento qualitativo nelle prestazioni di tutte le razze presenti selezionate dalle rispettive associazioni, (CISP, SABI, CIEB, KCI, CID, CIBF, WCI, MVCI e CIGK) che hanno visto rappresentanti della maggior parte di queste presenti nelle classifiche, a testimonianza dell'ottimo lavoro di selezione zootecnica svolto da tutti e coordinato dall'ENCI nella persona di Giancarlo Passini. Presente anche il Consigliere Nino La Barbera.
Marco Ragatzu

Clicca qui per vedere tutti i risultati