F
Contatti: info@vizslaclub.it
Unico Club ufficialmente riconosciuto dall'E.N.C.I. per la tutela della razza "Magyar Vizsla a Pelo Corto e a Pelo Duro" in Italia

PROVA DI LAVORO SU SELVAGGINA NATURALE – SPECIALE VIZSLA CAC – CASALGRANDE (RE) 27.03.2022

Domenica 27 marzo 2022 ha avuto luogo la seconda prova di lavoro del calendario del nostro Club, Speciale Vizsla su selvaggina naturale CAC a Reggio Emilia (FE), in collaborazione con il Gruppo Cinofilo Reggiano.

Presenti:
6 soggetti costituenti la batteria della Speciale Vizsla a pelo corto – Giudice Paolo Bachini

Classifica:
Nessun soggetto qualificato

Nessun soggetto a pelo duro iscritto alla Prova.

Il Club si unisce nei ringraziamenti al Gruppo Cinofilo Reggiano ed in particolar modo al loro Presidente Fausto Mattioli ed all’organizzatore Adler Bergianti per la disponibilità e la perfetta organizzazione dell’evento, ed al Centro Sociale di Fogliano per l’accoglienza che da sempre li contraddistingue.

Mariella Michelon

PROVA DI LAVORO SU SELVAGGINA NATURALE – SPECIALE VIZSLA CAC – REGGIO EMILIA 05.03.2022

Sabato 05 marzo ha avuto luogo la prima prova di lavoro del calendario 2022 del nostro Club, Speciale Vizsla su selvaggina naturale CAC a Reggio Emilia (FE), in collaborazione con il Gruppo Cinofilo Reggiano.

Presenti:
10 soggetti costituenti la batteria della Speciale Vizsla a pelo corto – Giudice Marco Piva

Classifica:
Nessun soggetto qualificato

Nessun soggetto a pelo duro iscritto alla Prova.
Riportiamo di seguito la relazione di fine mattinata.

Giudice Marco Piva – Batteria Pelo Corto:

“Ringrazio Adler Bergianti che mi ha chiamato a giudicare questa prova, i Vizsla che mi hanno dato la possibilità di giudicare oggi 10 cani, una batteria importante di vizsla. E 10 cani che, tranne una che forse non stava bene, tutti li ho visti cacciare. Il novanta per cento dei cani ha avuto il contatto con la selvaggina però purtroppo in questo momento e con questo clima, il vento che girava e con le difficoltà che ci sono, nessun cane è riuscito a realizzare.
Due cani sopra la media degli altri: uno è Saruman e l’altro è Bread. Due cani che mi ha fatto piacere vedere, mi sarebbe piaciuto avere il fucile per andare loro dietro più che a tutti gli altri. Grazie a tutti voi.”

Il Club si unisce nei ringraziamenti al Gruppo Cinofilo Reggiano ed in particolar modo al loro Presidente Fausto Mattioli ed all’organizzatore Adler Bergianti per la disponibilità e la perfetta organizzazione dell’evento, ed al Centro Sociale di Fogliano per l’accoglienza che da sempre li contraddistingue.

Alla prossima!

Mariella Michelon

PROVA DI LAVORO SU SELVAGGINA NATURALE – SPECIALE VIZSLA CAC – TARQUINIA (VT) 04.09.2021

Per il primo anno viene organizzato a Tarquinia un bell’evento per gli amanti del Magyar Vizsla. Con la collaborazione del Gruppo Cinofilo Viterbese, il 4 settembre 2021 si corre sui terreni delle ZRC di San Savino, Tarquinia e Montebello Tuscania in provincia di Viterbo sia una prova speciale su selvaggina naturale speciale Bracco Ungherese a pelo corto ed a pelo duro, che una prova Speciale per i giovani Vizsla sino ai 30 mesi di età.
Per entrambe le prove l’Esperto Giudice è Giovanni Barbieri.
Presenti 3 soggetti a pelo corto, di cui uno proveniente dal Belgio.
Nella batteria dei giovani presente un soggetto a pelo corto.

Classifica batteria pelo corto.
Giudice Barbieri
1° Ecc ROCK prop. Spoletini – cond. Renzi
2° MB PAZZO RAGNAR prop. e cond. Thijis Waerniers

Classifica batteria prova giovani pelo corto.
Giudice Barbieri
Nessun classificato

Di seguito la relazione di fine mattinata del Giudice Barbieri:

“Innanzitutto ringrazio il Vizsla Club che mi ha invitato a giudicare questa speciale, anche se con pochi cani però sicuramente di buona qualità.
Terreni difficili, soprattutto nella prima parte abbiamo trovato un gerbido veramente complicato, però i cani se la sono cavata abbastanza bene. Due cani in classifica. Con il primo Eccellente Rock condotto da Silvi. Rock ha fatto una buona prestazione, all’inizio del turno ha preso un’emanazione, l’ha risalita, ha bloccato, c’è stato un intervento deciso del conduttore ed è rimasto corretto. Rilanciato, è andato nella stessa direzione in cui aveva visto un fagiano con tantissima avidità, poi è ritornato e si è messo sufficientemente bene sul terreno con qualche attimo di sfasamento. Credo che dipenda dal fatto che la mano del conduttore non sia quella di Silvi, quindi il cane è abituato magari ad essere condotto in maniera diversa, però le qualità ci stanno. Ha finito il turno con una ferma, ha guidato e poi, su invito del conduttore, ha ripreso la cerca concludendo con buon fondo la prova. Bene nel turno di coppia.
Al secondo molto buono Pazzo Ragnar di Waerniers. Un cane che è sicuramente di qualità inferiore rispetto al precedente, meno avidità ed una cerca più contenuta, però anche lui portato in un terreno difficile dove c’erano tutte lappole che ovviamente danno fastidio ai cani a pelo lungo ma ovviamente anche ai cani a pelo raso, soprattutto adesso che fanno parecchio male, il cane si è districato bene, aveva un bel collegamento. L’abbiamo portato al richiamo. Al richiamo ha fermato con una buona espressione una fagiana ed anche qui è rimasto corretto ma su intervento troppo deciso del conduttore. Il regolamento internazionale è chiaro: non ci deve essere nessun intervento, quindi se questi cani faranno la Coppa Europa attenzione perchè soprattutto i Giudici del nord Europa sono rigorosissimi su questo. Basta dire “stop” ed il cane viene messo fuori, quindi avete ancora 15 giorni per preparare i cani però stateci attenti altrimenti andate fuori. Anche lui il turno in coppia bene, quindi secondo Molto Buono.
Per quanto riguarda l’unico cane in Giovani, Hunter di Renati. Veramente un giovane giovane, 11 mesi. La dote fondamentale è una grandissima passione che con la maturità e con la giusta esperienza venatoria potrà sicuramente dare dei buoni frutti. Secondo me peccava la conduzione, nel senso che se Lei ha davanti un terreno, il terreno non può farlo a strisce. Lo fa a strisce se le dimensioni sono chilometri. Ma se ha un terreno che tutto sommato è 100 – 150 metri largo, il cane teoricamente dovrebbe farlo tutto e se non lo fa perché è giovane, è Lei che ce lo deve mandare. Non può andare fino in fondo e poi tornare perché poi al ritorno il cane va controvento e si disunisce. Anche qui, il cane deve fare esperienza, il conduttore deve fare più esperienza, perché questo vale poi anche per la caccia. Io vi ringrazio, auguri per le prossime occasioni. “

Al pomeriggio ha avuto luogo il Raduno di Razza con l’Esperto Giudice Donato Scalfari
Cinque i Vizsla iscritti a catalogo, tutti nella razza a pelo corto.

Mariella Michelon

Di seguito riportiamo le qualifiche dell'esperto Giudice Donato Scalfari: 


Bracco ungherese a pelo corto
N. Catalogo Classe Sesso Nome Allevatore Proprietario Risultato
1 Giovani Maschio E.sti.c. Hunter del Fatalbecco Alessandro Poggini Silvia Bianchetti 1° Ecc, JCAC, Miglior Giovane
2 Libera Maschio Arthur Romina Cantini Romina Cantini 2° Ecc, RCAC
3 Libera Maschio Pazzo Ragnar Myriam Langens Thijs Waerniers 1° Ecc, CAC, BOB
4 Campioni Maschio Rock Giorgio Silvi Alessandra Spoletini 1° Ecc
5 Libera Femmina Castalia Giorgio Silvi Giorgio Silvi 1° Ecc, CAC, BOS

PROVA DI LAVORO SU SELVAGGINA NATURALE – SPECIALE VIZSLA CAC – MEZZANO (FE) 14.08.2021

Sabato 14 agosto 2021 ha avuto luogo la quarta prova del calendario estivo del nostro Club, Speciale Vizsla su selvaggina naturale con CAC al Mezzano (FE), in collaborazione con il Gruppo Cinofilo Ferrarese.
 
Presenti:
9 i soggetti costituenti la batteria della Speciale Vizsla a pelo corto – Giudice Mauro Bellodi
 
Classifica:
1° ECC  DORA DI OSTERIA NUOVA  Prop. e  Cond. Enrico Brogiolo
 
Nessun soggetto a pelo duro iscritto alla Prova.
Riportiamo di seguito la relazione di fine mattinata.
 
Giudice Mauro Bellodi – Batteria Pelo Corto:
 
“Per quello che riguarda l’aspetto tecnico sui vostri cani della mattinata, dal primo all’ultimo sono dei cani cacciatori, dal primo all’ultimo hanno azione continua, quindi avidità, cerche abbastanza e nella maggior parte ben organizzate e ben ampie sui lati. Vorrei farvi una domanda a questo punto, perché mi piacerebbe che questo momento fosse anche un colloquio: che cos’è la nota del concorso? Chi è che mi vuol dire che cos’è la nota del concorso? Quando il Giudice vi dice che il cane è in nota oppure il cane non è in nota? Chi è che mi risponde?
(i presenti riferendosi ad Enrico Brogiolo) ..lui lui che sta studiando!
Enrico dimmi, che cosa vuol dire se il tuo cane è in nota o non è in nota.
(Enrico) ...Vuol dire che per quella tipologia di prova che si sta effettuando in quel momento, il cane esplica al massimo il comportamento che ci si aspetta, in questo caso nell’azione di caccia.
(Bellodi)... E’ quasi perfetta la tua disamina, ma ci manca una cosa. E’ la cerca. La cerca deve essere sempre adattata alla tipologia di ambiente in cui un animale è chiamato a svolgere il suo lavoro e col naso ad interpretare bene le emanazioni. Quando un cane non è in nota vuol dire che non cerca come dovrebbe.
Quindi, per quel che riguarda i vostri cani invece ho visto che le cerche sono già molto bene adattate. Parliamo anche che questa è una Speciale, parliamo anche del lato tecnico di questi cani. Il galoppo e il movimento: il galoppo che ho visto con teste ben portate, salvo in un caso, galoppi armonici, galoppi energici ma mai impetuosi, giustamente basculanti come deve essere in questa razza. Sinceramente sulla strada ci siamo.
Stamattina non siamo stati fortunatissimi, ma ho sentito anche le altre batterie in giro, non è che siano andate meglio della nostra.
Non siamo stati fortunati ma questo non toglie niente alla qualità dei cani. Anche se non avessimo nessun cane in classifica, questo non toglierebbe nulla. L’importante è partecipare a queste manifestazioni perché è qui che si può fare davvero selezione ed un domani indicare i futuri rappresentanti che possono fare del bene alla razza.
Un solo cane in classifica, lo avete visto tutti, è la Dora di Enrico Brogiolo che va al primo eccellente. Ha fatto il primo turno come Dio comanda avendo dimostrato di essere una bella geometra sul terreno, destra sinistra, non ha tralasciato niente, non è mai andata troppo in profondità lasciando degli spazi enormi come da qualche altra parte ho visto che fossero inesplorati. Chiaramente si meritava il turno di richiamo e l’abbiam fatto in un’ora che oramai non ci è più consentito dalle attuali normative dell’Enci perché fa troppo caldo per il benessere animale, e non si può stare in campagna dopo una certa ora perché i cani rischierebbero parecchio. Comunque siamo riusciti a portarla in un gerbido altissimo dove lei ha saputo adattare subito la cerca nel modo corretto. E’ entrata, si è aiutata di naso. Dicevo col conduttore “lasciala fare, lasciala fare non andare avanti lascia fare a lei”. E’ andata in ferma, è partito un fagianotto, Enrico ha sparato, è rimasta correttissima. Nel turno di coppia ha dimostrato indipendenza.
Bene, io mi onoro di appartenere al Vostro Club Cinofilo, sono orgoglioso di esserne Socio e Membro, vi ringrazio molto e spero di passare altre giornate assieme a Voi ed ai Vostri beniamini ed auguro in bocca al lupo a tutti voi.”

Mariella Michelon