F
Contatti: info@vizslaclub.it
Unico Club ufficialmente riconosciuto dall'E.N.C.I. per la tutela della razza "Magyar Vizsla a Pelo Corto e a Pelo Duro" in Italia

Standard pelo corto

Standard morfologico

Standard FCI n° 57 del 13/09/2000

CLASSIFICAZIONE FCI: Gruppo 7 cani da ferma continentali, con prova di lavoro (pianura ed acqua)

ASPETTO GENERALE: cane da caccia di taglia media, di aspetto elegante e distinto a pelo corto di colore frumento-dorato (fulvo) . La sua costituzione pittosto leggera secca e senza peso superfluo riunisce in un’armonia perfetta vellezza e forza. Distinto e armonico nel suo insieme.

PROPORZIONI IMPORTANTI: La lunghezza del corpo supera di poco l’altezza al garrese.
La profondità del torace è un po’ inferiore alla metà dell’altezza al garrese.
Il muso è un po’ più corto della metà della lunghezza totale della testa.

COMPORTAMENTO/CARATTERE: La sia facoltà eccezionale di mantenere il contatto con il suo padrone fa parte delle sue attitudine fondamentali. Non sopporta di essere trattato con brutalità e non deve essere né aggressivo né timido.
Vivo di temperamento, amorevole, equilibrato, facile da addestrare.
(Fortemente voluta e ricercata nella sia selezione, la polivalenza del Vizsla lo rende un cane polivalente, in grado di adattarsi ad ogni tipo di selvatico di attività lavorativa e di habitat.

TESTA: Asciutta, nobile, ben proporzionata e cesellata.
CRANIO: Moderatamente ampio, leggermente bombato. Solco mediano, leggermente pronunciato che si estende dalla protuberanza occipitale moderatamente sviluppata in direzione dello stop. Le arcate sopraciliari sono moderatamente sviluppate.
STOP: Moderato.
TARTUFO: Ampio e ben sviluppato con le narici ben aperte. Il colore del tartufo si accorda armoniosamente ed in una sfumatura più scura con il colore del manto.
MUSO: Il muso del Bracco Ungherese è troncato, non aguzzo. Le mandibole sono forti e muscolose. La canna nasale è dritta.
LABBRA: Ben unite e tese; non pendenti.
MANDIBOLE/DENTI: Mandibole forti con un'articolazione a forbice perfetta, regolari e complete. Non ci deve essere spazio tra la faccia posteriore degli incisivi superiori è la faccia anteriore degli incisivi inferiori. I denti sono inseriti quasi ad angolo retto rispetto alle mandibole; con 42 denti sani conformemente alla formula dentaria del cane.
GUANCE: Forti, ben muscolose.
OCCHI: Gli occhi del Bracco Ungherese sono di forma un po' ovale, di dimensione media. Le palpebre sposano bene la forma della sfera oculare. Lo sguardo è vivo ed intelligente. Il colore marrone degli occhi si accorda armoniosamente con quello del mantello, ma si preferiscono gli occhi di una sfumatura più scura possibile.
ORECCHIE: Disposte leggermente all’indietro ed attaccate ad altezza media. Il padiglione dell'orecchio è fine e pende contro le guance coprendo bene il foro delle orecchie. L'estremità dell'orecchio ha la forma di un "V" arrotondato. La lunghezza dell'orecchio misura circa i tre quarti della lunghezza della testa.
COLLO: Di lunghezza media in armonia con l'insieme è molto muscoloso, leggermente arcuato, situato ad altezza media sul tronco. La pelle della gola è tesa.
GARRESE: Accentuato e muscoloso.
SPALLA: Ferma, ben muscolosa, forte e diritta. Gli apici ossei della spina dorsale devono essere mascherati dalla muscolatura.
RENE: Breve, ampio, forte, muscoloso, diritto o leggermente arcuato. Il passaggio dal dorso al rene è fermo e compatto.
GROPPA: Ampia e sufficientemente lunga, non breve e tagliata; è leggermente inclinata in direzione della coda e ben muscolosa.
PETTO: Ben sceso, ampio e muscoloso; lo sterno si estende quanto più lontano possibile verso la parte posteriore. Lo sterno ed il gomito si situano alla stessa altezza. Le costole sono moderatamente curvate; le costole false sono bene scese.
LINEA INFERIORE: Tesa, risale leggermente verso la parte posteriore formando una curvatura elegante.
CODA: Attaccata un poco bassa, forte alla nascita per assotigliarsi gradualmente con l’estremità leggermente ricurva. Nei paesi, in cui la caudectomia non è proibita dalla legge, per precauzione in previsione della caccia può essere accorciata di un quarto. Se la coda non è accorciata raggiunge il garretto ed è portata diritta o leggermente sotto forma di sciabola. In movimento è sollevata fino all'orizzontale. La coda è ben coperta di un fitto pelo.
IN GENERALE: Visti di fronte sono dritti e paralleli; visti di profilo, i piedi sono verticali e bene sotto il corpo. L’ossatura è solida con forte muscolatura.
SPALLA: Ia scapola è larga, obliqua ed attaccata pianamente. Il suo movimento è sciolto ed elastico. La muscolatura è forte e secca. Buona angolatura tra la scapola ed il braccio.
BRACCIO: Così lungo come possibile, ben muscoloso.
GOMITI: Ben aderenti al corpo, ma non stretti, girati né all’ interno né all’esterno. Buona angolazione tra il braccio e l’avanbraccio.
AVANBRACCIO: Lungo, diritto, sufficientemente muscoloso. Ossatura forte, ma non pesante o grezza.
CARPO: asciutto e solido.
METACARPO: Breve e molto leggermente obliquo.
PIEDI ANTERIORI: Leggermente ovali, con dita strette, arcuate e forti. Unghie forti e marroni. Cuscinetti compatti e resistenti, di colore ardesia. In stazione verticale ed in movimento i piedi sono paralleli.
IN GENERALE: Visti di dietro, i membri posteriori sono diritti e paralleli. Buona angolatura. Ossatura solida.
COSCIA: Lunga e muscolare. Buona angolazione tra il bacino e il femore.
GINOCCHIO: Buona angolazione tra la coscia e la gamba.
GAMBA: Lunga, muscolosa e nervosa. La sua lunghezza è quasi uguale a quella della coscia. Buona angolazione tra la gamba e il metatarso.
GARETTO: Solido, secco e nervoso, messo relativamente basso.
METATARSO: In posizione verticale, breve e secco.
PIEDI POSTERIORI: Come i precedenti.
ANDATURA: Il passo tipico è un trotto pieno d'impulso, facile, elegante e che copre bene il terreno, con una forte spinta dei posteriori ed un'estensione corrispondente ai precedenti. Durante la ricerca in pianura, il cane ha un galoppo sostenuto. La parte posteriore è ferma e la linea della schiena resta orizzontale. Buona prestanza in stazione. Il passo è da evitare.
PELLE: Tesa, senza pieghe ben pigmentata.
PELO: Breve e fitto, deve essere ruvido e duro al contatto. Nella testa e nelle orecchie è più fine, più di seta e più corto; nella parte inferiore della coda è un po', ma non notevolmente più lungo. Il pelo deve coprire tutto il corpo; solo il ventre presenta un pelo un po' più rado senza sotto-pelo. COLORE: Varie gamme del colore frumento-dorato. Le orecchie possono essere di una sfumatura più scura; ma in tutte le altre parti il colore deve essere uniforme. Toni rossi o brunastri o i colori diluiti non sono ricercati. Un piccolo segno bianco al petto o nella regione della gola, il cui diametro non deve superare 5 cm, e segni bianchi sulle dita non sono penalizzati. Il colore delle labbra e delle palpebre corrisponde al colore del tartufo.

Altre denominazioni del Bracco ungherese
(Drotzörü Magyar Vizsla, Braque hongrois à poil dur, Drahthaariger Ungarischer Vorstehhund, Drahthaar Viszla, Hungarian Wire-haired Pointing Dog, Braco Húngaro de pelo duro)

Integrazioni Standard 239/ 13.9.2000 Orecchi integri Coda integra o tagliata

TAGLIA ALTEZZA:
Peso: varia da 22 a 30 kg.
Altezza al garrese:
-maschi: 58-64 cm,
-femmine: 54-60 cm.
Senza interesse all’aumento della dimensione. Occorre ricercare una dimensione media. L'equilibrio statico e dinamico e l'armonia della costruzione è molto più importante della dimensione misurata in cm.

DIFETTI nel Bracco Ungherese:

Qualsiasi divergenza rispetto a ciò che è stato descritto deve essere considerata come un difetto che deve essere penalizzato in funzione della sua gravità.

DIFETTI ELIMINATORI nel Bracco Ungherese:
-Netta divergenza rispetto all'aspetto caratteristico della razza.
-Forte deviazione dal tipo sessuale.
-Testa atipica.
-Tartufo macchiato.
-Labbra pendenti o che gocciolano, bavose.
-Prognatismo superiore o inferiore, arcata dentaria deviata tra cui tutti i difetti intermedi dell'articolazione.
-Assenza di uno o più denti fra gli incisivi, i canini, i premolari 2-4 ed i molari 1-2.
-Assenza di più di due premolari 1 (PM1); i m3 non sono presi in considerazione. I denti non visibili sono considerati mancanti.
-Denti sovrannumerari fuori dell'allineamento.
-Palato scomposto, labbro leporino.
-Occhi gialli chiaro; palpebre molto allentate; entropio, ectropio; (doppio sistemata di fruste).
-Doppio mento, giogaia .
-Speroni.
-Passi molto difettosi.
-Manto atipico.
-Colore marrone-scuro o tuorlo-pallido. Mantello pluricolore, colore non uniforme. Segno bianco sul petto che supera 5 cm di diametro.
-Piedi bianchi.
-Mancanza di pigmento, tanto alla pelle che sul bordo delle labbra e delle palpebre.
-Qualsiasi difetto di carattere.
-Altezza che non raggiunge o che supera di più di 2 cm lo standard
-Assenza dei testicoli dallo scroto