F
Contatti: info@vizslaclub.it
Unico Club ufficialmente riconosciuto dall'E.N.C.I. per la tutela della razza "Magyar Vizsla a Pelo Corto e a Pelo Duro" in Italia

COPPA ITALIA 2020

I terreni di prova I terreni di prova
Il 26 e 27 Settembre 2020 si è svolta sui terreni di Piandispino (FC) la XX edizione della Coppa Italia per le razze continentali da ferma. 
La Squadra AMVCI selezionata dal Giudice Angelo Bonacina, si è presentata cosi composta:

SARUMAN ORTHANC DEL FATALBECCO - prop. Guglielmini – cond. Scotti
ROCK – prop. Spoletini – cond. Renzi

DORA DI OSTERIA NUOVA – prop. e cond. Brogiolo

BREAD – prop. e cond. Renati

DEVIL – prop. Guglielmini – cond. Scotti


Meritano di essere nominati SARUMAN ORTHANC DEL FATALBECCO che al primo giorno si aggiudica l’Eccellente nella batteria dei Giudici Asioli e Francaviglia, e DEVIL che al secondo giorno si impone sulla batteria dei Giudici Guarnieri e Rivelli con il Primo Eccellente. 
La Squadra AMVCI chiude posizionandosi al sesto posto sui nove Club presenti, un onorevolissimo piazzamento considerato anche il fatto che ha partecipato con un componente in meno rispetto a tutte le altre Squadre, composte da sei soggetti.
Un ringraziamento a MONGE, sponsor della nostra Squadra con i bellissimi gilet blu che quest’anno hanno contraddistinto i Vizsla sul campo, ed un grande grazie anche al nostro selezionatore Giudice Angelo Bonacina per la sua professionalità e disponibilità rimanendo sempre al fianco della nostra squadra. 
Come ogni anno, la Coppa Italia chiude il nostro calendario delle Prove su selvaggina naturale. 
Ora per i nostri cani è il tempo della caccia. 
Arrivederci a presto con i prossimi appuntamenti del 2021!

Mariella Michelon

Segue l’articolo scritto dal Giudice Marco Ragatzu ed il link al sito Enci con i risultati completi dell’evento. 

Nei giorni di 26 e 27 settembre 2020 ha avuto luogo la XX edizione della Coppa Italia dedicata alle razze continentali da ferma, nell'oramai “rodato” scenario di Pian di Spino a Forlì. Manifestazione zootecnica di importanti risultanze ben coordinata dal Delegato ENCI Paolo Andreini, manifestatasi in maniera fluida e trasparente negli aspetti tecnici grazie anche al nuovo programma di gestione prove dell'ENCI.
Verifica funzionale per nulla facile: terreni impegnativi e severi per la loro conformazione orografica ma anche per la natura e la limitata presenza delle colture, che acuiscono le difficoltà di reperimento della selvaggina impegnando duramente i cani al test. Fagiani e starne comunque presenti, con comportamento scaltro e difficili da realizzare.
In tali condizioni, comuni nelle cinque batterie, riescono ad imporsi le prestazioni degli spinoni italiani che ottengono l'ambito Trofeo della Coppa Italia vincendo a squadre e nell'individuale: Lupo di Cappella Reale condotto da Fabio Angelini guadagna nelle due giornate un 1° Eccellente ed un 1° Eccellente CAC/CACIT. Sul podio al secondo posto la squadra degli epagneul breton seguiti dall'altra razza, orgoglio del nostro Paese, dei bracchi italiani.
Sostanzialmente si è potuto apprezzare un generalizzato innalzamento qualitativo nelle prestazioni di tutte le razze presenti selezionate dalle rispettive associazioni, (CISP, SABI, CIEB, KCI, CID, CIBF, WCI, MVCI e CIGK) che hanno visto rappresentanti della maggior parte di queste presenti nelle classifiche, a testimonianza dell'ottimo lavoro di selezione zootecnica svolto da tutti e coordinato dall'ENCI nella persona di Giancarlo Passini. Presente anche il Consigliere Nino La Barbera.
Marco Ragatzu

Clicca qui per vedere tutti i risultati

Ultima modifica ilDomenica, 11 Ottobre 2020 20:35
Mariella

Segretario Associazione Magyar Vizsla Club Italiano

Devi effettuare il login per inviare commenti